Eventi in Evidenza

Pentecoste Cattolica

Oggi per i cattolici questa ricorrenza ricorda la discesa dello Spirito Santo sopra Maria Vergine e gli Apostoli riuniti nel Cenacolo, ma questa festa ha origini più antiche e viene festeggiata anche dal popolo Ebreo, scopriamone le origini e il significato. La Pentecoste è una festa ebraica e cristiana. Il termine greco letteralmente significa: cinquantesimo (giorno); così viene chiamata la festa celebrata il cinquantesimo giorno dopo la Pasqua negli ultimi libri dell’Antico Testamento e nel Nuovo. Negli altri libri dell’Antico Testamento viene chiamata hag shavu’ot, cioè “festa delle settimane” o “festa delle primizie”; veniva celebrata sette settimane dopo l’inizio della mietitura. Si trattava originariamente di una festa agricola durante la quale si offrivano a JHWH le primizie del raccolto in segno di ringraziamento. Successivamente in una data imprecisata, si trasformò in una commemorazione dell’alleanza, divenendo festa del dono della Torah. Sembra che la comunità di Qumran già nel II sec. a.C. celebrasse la festa quale memoriale dell’alleanza; il mutamento è attestato sicuramente a partire dal II sec. d.C. Ancor oggi gli Ebrei leggono in questo giorno il passo di Esodo 19 e il libro di Rut: tale usanza è giustificata oltre all’ambientazione del libro nel tempo della mietitura, al fatto che Davide, di cui Rut è antenata, è nato e morto il giorno di Shavu’ot. Mentre la tradizione giovannea colloca la discesa dello Spirito Santo nello stesso giorno di Pasqua, Luca situa il dono dello Spirito nel giorno della Pentecoste ebraica memoriale del dono della Torah. L’evento è descritto come una teofania (cielo, voce, tuono, vento, fuoco sono tutti elementi tipici delle teofanie nell’Antico Testamento) e come la restaurazione dell’unità tra gli uomini infranta a Babele. Se a Babele il tentativo di unità voluto dagli uomini in opposizione a Dio portò alla dispersione e alla confusione delle lingue, nella Pentecoste lo Spirito, manifestatosi sotto forma di lingue di fuoco che si distribuiscono a ciascuno dei presenti, rende possibile la comunione tra popoli diversi e lingue diverse. La Pentecoste porta a compimento la Pasqua. Cristo, asceso presso il Padre, compie la sua opera donando lo Spirito che muove Pietro ad annunciare l’evangelo di salvezza e a dichiarare ormai compiuta la promessa contenuta nella profezia di Giona 3,1-5; la discesa dello Spirito è segno escatologico, annuncio che ormai sono iniziati gli ultimi tempi. La Chiesa è inviata ad annunciare l’evangelo a tutte le genti, fino ai confini del mondo, nell’attesa del ritorno del Signore. La celebrazione della Pentecoste, “festa delle feste” o “grande domenica” come la chiamavano i padri della Chiesa, ricorda questo dono dello Spirito che attualizza, ricorda e interiorizza quello che ha fatto Gesù.

VISITA HOTEL PENTECOSTE CATTOLICA

Potrebbe Interessarti Anche...

Ticket fascia di reddito

Ticket e fascia di reddito

Controlla sempre il codice della tua fascia di reddito apposto sulla ricetta.